Ansia: definizione, caratteristiche e sintomi

Indice

Molte persone in tutto il mondo soffrono di disturbi d’ansia.

Molte altre utilizzano il termine come semplice esclamazione senza sapere realmente a cosa si riferiscono.

Con questa breve panoramica cercherò di fare chiarezza e aiutarvi a conoscerla meglio.

COS’É L’ANSIA?

L’ansia è un complesso sistema di risposta, a livello di pensieri, emozioni, sensazioni fisiche e comportamenti.

Questo stato di attivazione viene avvertito quando si ha paura o quando pensiamo a minacce o pericoli futuri.

In particolare, l’ansia è scatenata quando si è davanti a una possibile minaccia, un pericolo o un evento negativo, soprattutto qualcosa sul quale non si ha controllo.

Chi si sente ansioso, sente che il proprio corpo viene stimolato e modificato: battito accelerato, maggiore sudorazione, tremori, tensione muscolare.

ANSIA ADATTIVA E DISADATTIVA

Per tutti gli uomini l’ansia è un fenomeno normale perché prepara e attiva in situazioni che potrebbero essere pericolose. Viene definita adattiva proprio perché utile per affrontare le difficoltà o migliorare le prestazioni.

Diventa spiacevole quando lo stato di allarme è troppo grande a seguito di pericoli reali o pericoli che non ci sono.

In questo ultimo caso, quindi, l’ansia è disattiva e la persona non è in grado di controllare le proprie emozioni o di affrontare situazioni quotidiane e semplice.

ANSIA o PAURA?

L’ansia nasce da una minaccia futura, come detto, reale o no.

La paura, invece, è un’emozione scatenata da pericoli o minacce vicine. Il sistema nervoso è attivato in modo da poter affrontare il rischio imminente e la risposta del corpo è detta di “attacco-fuga”: ogni cambiamento è funzionale a reagire al pericolo in modo diretto e aggressivo (attacco) o a scappare da esso (fuga).

Quindi, l’ansia si focalizza su possibili minacce future, mentre la paura sul qui e ora.

SINTOMI

Possiamo suddividere i sintomi dell’ansia in quattro catogorie:

1) Sintomi cognitivi:

  • paura di morire
  • paura di perdere il controllo
  • paura di impazzire
  • vergogna
  • ipervigilanza
  • pensieri o immagini spaventosi
  • senso di irrealtà
  • confusione
  • scarsa attenzione
  • scarsa concentrazione
  • scarsa memoria
  • difficoltà di ragionamento

2) Sintomi comportamentali:

  • reazioni eccessive agli stimoli
  • difficoltà a parlare
  • fuga
  • evitamento
  • immobilizzazione
  • agitazione
  • ricerca di sicurezza
  • ricerca di rassicurazione
  • iperventilazione
  • congelamento
  • irrequietezza

3) Sintomi fisici:

  • respiro corto e difficoltoso
  • tachicardia
  • mani fredde o eccessiva sudorazione
  • tremori fini o grandi scosse
  • contrazioni muscolari
  • nausea
  • vertigini
  • brividi
  • bocca secca
  • debolezza
  • dolore al petto
  • sensazione di soffocamento
  • formicolio nelle braccia e gambe
  • addormentamento nelle braccia e gambe
  • vista offuscata
  • fastidi gastrici e intestinali
  • vampate di calore

3) Sintomi emotivi:

  • paura
  • nervosismo
  • agitazione
  • allarme
  • angoscia
  • eccitazione
  • oppressione
  • timore
  • suscettibilità
  • terrore
  • tensione

CURA

Per gestire i sintomi dell’ansia, soprattutto quando rendono la vita quotidiana invalidante e difficoltosa, si può intervenire in vari modi: psicoterapia, farmaci, tecniche di rilassamento, rimedi naturali.

È estremamente importante chiedere sempre l’aiuto e l’intervento di un professionista, a partire dal medico di base per essere indirizzati nel modo migliore.

Nei prossimi articoli affronteremo più dettagliatamente questi aspetti per il trattamento dell’ansia.

Puoi trovare Giorgia Petrucci online:

Facebook

Sito Web

Lascia un commento

Condividi sui social:

Please share this

Su di me

Non mi ricordo com’è cominciato.  A volte, soprattutto negli ultimi anni, mi sono chiesta quale fosse stata la prima volta.  La prima volta che ho provato le vertigini e che ho avuto paura di cadere. 

Potrebbero interessarti anche:

Agiapal Kaur

L’importanza del respiro

La mente è capace di astrazione, può generare ogni sorta di idee e di immagini, pensare a cose sublimi o tremende: c’è tutta una gamma di possibilità. Scopri di più!

Elisa Pasquini

L’ansia e la floriterapia

E’ una terapia innocua, senza controindicazioni, che può essere presa dagli 0 ai 99 anni, non interferisce con altri medicinali e non da dipendenza. Scopri di più leggendo il mio articolo!

la storia di Stefania

La storia di Stefania

Leggi la storia di Stefania e la gestione dell’ansia dal suo punto di vista perché ognuno di noi è diverso e dovremmo far tesoro delle esperienze degli altri per affrontare le nostre!

Gli argomenti del blog